Mose’ era un tossico…

Questa teoria spiegherebbe davvero tanto cose…una sorta di rivelazione insomma.

Il profeta Mosè, secondo un ricercatore israeliano, si trovava sotto l’effetto di droghe quando sul Monte Sinai Dio gli consegnò i Dieci Comandamenti.
Le sostanze attive che provocano illusioni sensoriali, quali gli allucinogeni, avrebbero avuto un ruolo importante durante i riti religiosi degli israeliti ai tempi della Bibbia, ha spiegato il ricercatore Benny Shannon nella rivista di filosofia “Time and Mind”.
Nel caso di Mosè, dice il professore di psicologia cognitiva all’università di Gerusalemme, non si è
trattato di un “evento sovrannaturale”.
Ma non è neppure solo leggenda: “E’ molto più probabile che la vicenda si sia svolta sotto l’effetto di qualche droga psichedelica”, ha detto Shannon ieri alla radio israeliana.
Mosè sarebbe stato alterato anche quando vide “il cespuglio di spine ardente”, dove si manifestò l’angelo di Jahweh, appunto, sotto la forma di una fiamma di fuoco.
Anche in questo caso all’origine delle “visioni” ci sarebbero stati delle sostanze narcotizzanti.
Continua a leggere…

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Tags: , ,

Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.