Inseparabile exposure mat

voigtlander vitoIIRecentemente si è riaccesa in me, la febbre per la fotografia analogica, e ho quindi rispolverato la mia Voigtlander Vito II e ho esaurito il rullino da 10 che se ne stava rintanato all’interno da qualche anno.
Il punto è che in fase di riavvolgimento qualcosa non ha funzionato e la pellicola si è rotta, tutto da buttare quindi…
Vabbè basta non pensarci.
La Vito II è una fotocamera che risale al 1954 dotata di obiettivo Skopar, e qui a fianco si può vedere una pubblicità d’epoca.
Il problema di questa macchinetta è la mancanza di esposimetro, e siccome i  numeri e la memoria non sono mai stati i miei punti forti, mi sono detto, come faccio a ricordare le accoppiate tempi/diaframmi?
Ecco quindi che per non rischiare di buttare ulteriori rullini al vento, con una piccola ricerca ho trovato un regolo utilissimo da stampare e ritagliare.
La versione “mini” è grande piu o meno quanto una carta di credito, e sta comodamente nel portafoglio o nella custodia dell macchina.
Il funzionamento è semplice si sceglie la freccia corrispondente alla sensibilità della pellicola es. 100 asa e la si fa combaciare con il tipo di giornata indicativamente si hanno “ombre dure” oppure nuvoloso ecc.
Una volta scelti questi due parametri le accoppiate si creano automaticamente.
Un piccolissimo regolo che non mi abbandonerà piu.

exposure mat
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Tags: , ,

Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.