Scuola 2.0

In questi giorni si fa un gran parlare di libri scolastici, e della relativa spesa nell’acquistarli, cosa non da poco, e che pesa sul bilancio delle famiglie meno abbienti.
Oltretutto i testi spesso cambiano da un anno all’altro, con relativa bisogno di adeguarsi.
Ma se veramente viviamo in un epoca dove la tecnologia la fa da padrona, quello che mi chiedo io è, ma non sarebbe tutto piu semplice, mettendo i testi online e facendo lezione in aula attraverso un pc e proiettore da parete?
Ovviamente i capitoli che interessano sarebbero poi stampati e distribuiti agli alunni, o anche su cdrom,  il tutto usando applicazioni open-source cosi da non costringere nessuno a comprare software proprietari per non infrangere copyright vari e altre amenità.
Il risparmio sarebbe evidente sotto alcuni aspetti,

1 Risparmio di materiale cartaceo, un testo consultabile online, è valido per tutta Italia, anzi per il mondo intero, preservando cosi un pezzo di Amazzonia.

2 I ragazzi non dovrebbero portare piu pesi, basterebbe qualche quaderno per prendere appunti, risparmiando cosi su zaini e cancelleria varia.

3 Del resto chi mai ha letto o usufruito di un testo scolastico completamente? in ogni sua parte o capitolo?
nessuno

E quello che in sintesi fa ogni navigatore di internet quando è alla ricerca di qualche informazione, si stampa semplicemente le cose che interessano, non è che ci si stampa un libro intero, o no?
Per contro capisco che questa semplice mia idea, contrasti non poco quella degli editori e degli operatori del settore.
E comunque il rimedio di fotocopiarsi capitoli di libri, esiste da sempre…

Ditemi se sbaglio.

foto credit Areldos

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Tags: ,

Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.