La pillola è abortiva ed inquina

Mi è capitato di leggere questo articolo apparso nei miei feed, su l’Unità.it
Ma non posso credere che ci sia in giro che scrive cazzate del genere, è letteralmente incredibile!

Nuovo affondo del giornale del Vaticano sulla pillola anticoncezionale. In un articolo pubblicato sabato sull’Osservatore Romano, firmato dal presidente della Federazione Internazionale delle associazioni dei medici cattolici, Pedro José Maria Simon Castellvi, «la pillola anticoncezionale classica» viene considerata pericolosa perché «funziona in molti casi con un effetto abortivo» ed ha comunque un «effetto devastante sull’ambiente», in quanto, attraverso le urine femminili, rilascia «tonnellate di ormoni», ed è causa dell’infertilità maschile in Occidente.

Ditemi che è uno scherzo!

Photo credit [auro]
Unità.it
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. paolo’s avatar

    se devono ancora nascere stronzi come i cattolici allora meglio l’infertilità! 🙂

  2. Stormy’s avatar

    Forse un pò troppo drastico, basterebbe semplicemente evitare la disinformazione terroristica, spiegando le cose come stanno, ovvero che non si può parlare di aborto in quanto non esiste nessun embrione, e che le cause dell’infertilità maschile (in Occidente) vanno ricercate in cause ben piu gravi di inquinamento.
    Davvero incredibili certe affermazioni, tanto che ho il dubbio che si tratti di una bufala, per far parlare il mondo…

  3. alberto’s avatar

    Già nel 1981 il prof.De Cecco scriveva in Attualità in ginecologia, ostetricia e perinatologia vol 1 pag.105 che l’ovulazione non veniva bloccata dalla pillola nel 100% dei casi e che l’efficacia rimaneva alta perchè entrava in gioco il meccanismo delle alterazioni endometriali. I foglietti illustrativi delle pillole lo indicano in modo più o meno chiaro ed anche in opuscoli divulgativi delle ditte produttrici lo possiamo leggere (vedi http://www.lafeconditaumana.it). Questo è un dato di fatto scomodo, poco divulgato, ma poco discutibile se non a parole!
    La normale “pillola” ha gli stessi ingredienti della “pillola del giorno dopo” (da 50 anni): qualora si formi un embrione, essa agisce inibendo l’impianto nell’utero ed espellendo l’embrione provocando un microaborto, che è un vero e proprio aborto innescato artificialmente.
    Con la pillola anticoncezionale siamo di fronte alla “sicurezza” antigravidanza: non si vuole riconoscere che scientificamente siamo esposti all’aborto in una percentuale di casi che è sconosciuta da decenni.
    Un popolo civile che vuole sapere semplicemente come stanno scientificamente le cose, potrebbe invitare e obbligare le case farmaceutiche alla trasparenza a dichiarare quale sia la percentuale abortiva sul bugiardino.
    Ma penso che sia molto scomodo psicologicamente. Nesssuno lo dice. Nessuno lo chiede. Pudore grottesco. La verità è scomoda.

Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.