Elezioni

You are currently browsing articles tagged Elezioni.

Ma io dico, con tutti i problemi, la crisi, gli scandali, i soldi pubblici buttati al vento, questo governo di buffoni, o governo del “fare cazzate” ecco cosa fanno…

Cdm: approvato ddl su seni rifatti
Divieto di interventi estetici per le minorenni.

Sti stronzi si preoccupano delle tette rifatte?
E sopratutto di una cosa che è cosi da sempre, ossia che una minorenne, non può, e non potrebbe mai, senza il permesso dei genitori ovviamente, fare interventi del genere.
Addirittura un registro per le tette rifatte, siamo alla follia…
Assurdità allo stato puro!
Ditemi che non è vero, non ci posso credere.

Non è possibile permettere ste cazzate, mandiamoli tutti a fare in culo alle prossime elezioni!

foto credit Espiritlunaire

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Durante gli anni ’60 l’attore e regista Dennis Hopper aveva una piccola mania: portava sempre con sé una macchina fotografica per immortalare volti e momenti rubati da feste private, set cinematografici, cene e manifestazioni politiche. Ora quelle immagini, per la maggior parte inedite, diventano parte della mostra “Segni dei tempi”, fino al 24 ottobre alla Tony Shafrazi Gallery di New York. Celebre attore e regista di origine statunitense, Hopper è conosciuto per le sue interpretazioni, da Gioventù bruciata a Il gigante fino a quell’Easy Rider, del 1969, che segnò per sempre la sua carriera nel cinema. Prima però la grande passione per la fotografia che la mostra di New York celebra per la prima volta. Tra i soggetti rappresentati dall’artista alcuni esponenti della scena culturale americana, da Andy Warhol a Paul Newman, ma anche politica, come Martin Luther King Hunior in marcia per i diritti civili da Selma a Montgomery. Tutte le immagini di questa galleria, in esclusiva per Repubblica.it, sono per gentile concessione della Tony Shafrazi Gallery di New York.

Galleria su Repubblica.it

Il volume da collezione Dennis Hopper: Photographs 1961 – 1967 è una novità annunciata dalle Edizioni Taschen.
Sarà un volume in tiratura  limitata a 1500 esemplari autografati dall’autore a presentare una delle più ampie selezioni delle immagini realizzate nel corso degli anni Sessanta.

Photographers.it
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Esistono motivi di opportunità morale, prima che politica. Pressioni di alleati. Richieste formali degli oppositori politici. Spinte dell’opinione pubblica. Sollecitazioni della stampa. Sono tanti i percorsi che hanno portato i politici di mezzo mondo a rassegnare le dimissioni se coinvolti in scandali sessuali più o meno gravi.

Ilkka Kanerva, ministro degli Esteri del governo finlandese, sposato e padre di due figlie trentenni, è stato costretto a rassegnare le dimissioni, nell’aprile 2008, in seguito alle rivelazioni di una spogliarellista di 29 anni, che ha fatto sapere di essere stata bombardata di sms a sfondo sessuale. Solo sms.

Jin Renging, ministro delle Finanze del governo cinese si è dimesso nell’agosto del 2007 ufficialmente per ragioni personali. Secondo un giornale di Hong Kong, sarebbe legato costretto a rassegnare l’incarico a causa dello scandalo sessuale in cui era coinvolto con la sua amante.

Moshe Katsav, presidente dello Stato di Israele, si è autosospeso dall’incarico nel gennaio 2007 dopo uno scandalo sessuale. Andrzej Lepper, vicepremier e ministro dell’Agricoltura in Polonia, è stato licenziato dal Capo di Stato nel settembre 2006 a causa di uno scandalo sessuale. E si potrebbe continuare a lungo.

Il caso più celebre di tutti rimane quello del presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, coinvolto nel 1998 in un eclatante scandalo sessuale dopo le rivelazioni di Monica Lewinsky, una ex stagista della Casa Bianca.

Unità.it

Ora se un uomo politico si può permettere di fare regali ad una ragazzina, rendendo la cosa pubblica, causando le ire della moglie, che sembra in procinto di chiedere la separazione.
Se non ci sono gli estremi per le dimissioni…
Ah già, dimenticavo, siamo nel paese delle banane, pazienza…
Certo però che qua si rasenta la pedofilia, papi.
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Sondaggio

Dal momento che in wordpress c’è l’opzione “polls” per creare sondaggi, e tenendo conto che non l’ho mai usato neppure una volta ho deciso di indire un piccolo sondaggio.
Secondo voi, e qui mi rivolgo alla massa enorme di miei fedeli lettori, chi vincerà le elezioni in America?

Chi vincerà le elezioni americane?

  • Barack Obama (91%, 10 Votes)
  • Mc Cain (9%, 1 Votes)
  • E che azz ne so? (0%, 0 Votes)

Total Voters: 11

Loading ... Loading ...

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , ,

crescita piattaAncora deve incominciare la girandola di disinformazione sulle tv del nano, con tanto di sondaggi vantaggiosi farlocchi, servitori gongolanti (Fede) e tutto il resto del baraccone della libertà, ed ho già la nausea.
Stanco di sentire le false promesse su tutto quello che faranno (se) andranno al governo, e gli epocali cambiamenti atti alla rovina del paese.
Non permettiamogli di rovinare l’Italia.
Speriamo bene

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , ,

A rieccolo in un nuovo tragicomico episodio, in una apparizione in tv del nano.
Questa volta è riuscito a dire che non avrebbe voluto che Enzo Biagi venisse allontanato.
Addirittura afferma di “essersi battuto” affinchè restasse, ma avrebbe prevalso in lui il desiderio della liquidazione.
Sta tentando quindi di farlo passare per uno che se n’è andato perchè attirato dai soldi, ma come non capire che, le persone libere come Enzo piuttosto che piegarsi o mettersi il bavaglio, se ne vanno?
Che la libertà di espressione e di parola è un diritto costituzionale inalienabile?
Come si fa ad immaginare un Enzo Biagi umiliato o ridotto a condurre “la prova del cuoco”?? o ad apparire come ospite in tutte le trasmissioni
Comunque ad essere sinceri, alla luce dei fatti, e cioè dell’illegale occupazione delle frequenze da parte della tv del servo (rete4) non è forse un uso criminoso della tv (in senso fisico)?
Povero Silvio, piu che un leader mi pare una falsità e una contraddizione vivente…
Stiamo messi male…

Ansa.it

Repubblica.it

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , ,

nanodimerdaBerlusconi non si smentisce mai, continua infatti a sparare assurdità del tipo:

“Per Berlusconi, se la CdL decidesse di andare in piazza per sostenere la richiesta di nuove elezioni ci sarebbero dai 4 ai 6 milioni di italiani.”

Le solite falsità intrise di numeri falsi e assurdi, come lo sono sempre stati in merito alle partecipazioni ai cortei, la solita disinformazione, le solite battutine (vedi regicidio) poi prontamente smentite, ma quando si deciderà a crescere? (non dico in altezza eh…)

E sopratutto quando smetterà di prendere per il culo i tanti (troppi) italiani che ancora lo sostengono?

Questi personaggi, e ci metto anche la Lega, sono pericolosi per l’Italia e pertanto vanno allontanati dalla politica e se necessario rinchiusi.

Peccato che grazie alle influenze del nano, o forse grazie ai circa 800 avvocati che ha al seguito, sia riuscito a farla franca in ben 8 occasioni, e ancora ce lo teniamo a farneticare fra i politicanti, quando dovrebbe stare (da un pezzo) dietro le sbarre.

Bella Italia…

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , ,

Tom Stoddart ha iniziato la sua carriera di fotografo con il quotidiano locale nel nord est dell’Inghilterra.
Nel 1978 si trasferisce a Londra e inizia a lavorare come freelance per Sunday Times e Time Magazine.
Ha testimoniato con le sue foto, avvenimenti internazionali come la guerra in Libano, la caduta del muro di Berlino, le elezioni a presidente di Nelson Mandela, il sanguinoso conflitto in Bosnia, e le guerre contro Saddam Hussein in Iraq.

Questa una piccola presentazione di Tom Stoddart, una bella galleria delle sue opere si può ammirare su Digitaljournalist, immagini a tratti raccapriccianti ma molto, forse troppo realiste, immagini che scuotono gli animi e che vorremmo non vedere mai, vorremmo non fossero mai state scattate.

Ma la cosa che piu mi ha emozionato la trovate sul suo sito personale a questo indirizzo qua.
Casse accese quindi e preparatevi ad un viaggio emozionante…

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , ,

« Older entries