sito

You are currently browsing articles tagged sito.

Esistono motivi di opportunità morale, prima che politica. Pressioni di alleati. Richieste formali degli oppositori politici. Spinte dell’opinione pubblica. Sollecitazioni della stampa. Sono tanti i percorsi che hanno portato i politici di mezzo mondo a rassegnare le dimissioni se coinvolti in scandali sessuali più o meno gravi.

Ilkka Kanerva, ministro degli Esteri del governo finlandese, sposato e padre di due figlie trentenni, è stato costretto a rassegnare le dimissioni, nell’aprile 2008, in seguito alle rivelazioni di una spogliarellista di 29 anni, che ha fatto sapere di essere stata bombardata di sms a sfondo sessuale. Solo sms.

Jin Renging, ministro delle Finanze del governo cinese si è dimesso nell’agosto del 2007 ufficialmente per ragioni personali. Secondo un giornale di Hong Kong, sarebbe legato costretto a rassegnare l’incarico a causa dello scandalo sessuale in cui era coinvolto con la sua amante.

Moshe Katsav, presidente dello Stato di Israele, si è autosospeso dall’incarico nel gennaio 2007 dopo uno scandalo sessuale. Andrzej Lepper, vicepremier e ministro dell’Agricoltura in Polonia, è stato licenziato dal Capo di Stato nel settembre 2006 a causa di uno scandalo sessuale. E si potrebbe continuare a lungo.

Il caso più celebre di tutti rimane quello del presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, coinvolto nel 1998 in un eclatante scandalo sessuale dopo le rivelazioni di Monica Lewinsky, una ex stagista della Casa Bianca.

Unità.it

Ora se un uomo politico si può permettere di fare regali ad una ragazzina, rendendo la cosa pubblica, causando le ire della moglie, che sembra in procinto di chiedere la separazione.
Se non ci sono gli estremi per le dimissioni…
Ah già, dimenticavo, siamo nel paese delle banane, pazienza…
Certo però che qua si rasenta la pedofilia, papi.
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Se state valutando la messa online, o la creazione di un sito web, allora probabilmente sarete interessati alla scelta del web hosting piu adatto alle vostre esigenze, il che può anche rivelarsi non affatto semplice.
La scelta del web hosting è determinata dalla complessità del sito, la quale può variare da un sito di natura informativa a un sito con esigenze di gestione dati. Inoltre c’è da scegliere il tipo di server (Unix, Linux, MS Windows) e la sua ubicazione (Italia o estero). I piani di hosting possono variare in relazione a:

* spazio disponibile
* limiti sul traffico
* numero di caselle di posta
* possibilità di installare programmi sul server
* gestione database
* statistiche per analizzare gli accessi al sito
* filtri anti spam e/o anti virus
* tipo di supporto tecnico
* pannello di controllo per gestire lo spazio
* accesso alla posta elettronica via Web (webmail)

La scelta del provider di hosting non è limitata all’Italia e, in alcuni casi, potrebbe essere preferibile un’ubicazione all’estero. La scelta va quindi valutata per rispondere a tutte le necessità del cliente.

Le società di hosting offrono diversi pacchetti e prezzi. Con una valutazione accurata si può scegliere il servizio che meglio risponde alle attuali esigenze del cliente tenendo conto sia del prezzo sia dei potenziali sviluppi futuri del sito.

Web Hosting Choice

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Una interessante magazine online contenente diverse fotografie molto belle.
Si tratta della prima uscita, il numero 1, ed è scaricabile gratuitamente in formato .pdf al sito invisiblecity.org
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Un interessante fotocamera, in scatola di montaggio, tutta da costruire, per veri appassionati, la qualità ovvimanente non sarà eccelsa, la si può paragonare ad una toy-cam tipo le varie Holga o Diana.
Dotata di un obiettivo grandangolare di 28mm (rigorosamente in plastica), nella confezione è inclusa la colla e un cacciavite.
Le modifiche che eventualmente si possono apportare, rendono la fotocamera unica, un autentica opera d’arte, dalla quale fare scaturire a sua volte altre opere d’arte.
Interessante, la si può trovare solo online su questo sito alla modica cifra di 28 dollari.
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Un sito che ti permette di creare fotografie con la tecnica, che va tanto di moda, dell’ HDR (High Dinamic Range).
Il tutto ovviamente creato online, basta infatti inviare la foto, scegliere tra alcune semplici opzioni, come contrasto, saturazione, e dopo una piccola attesa si può copiare il codice per inserire la foto nel blog, oppure la si può scaricare.
Peccato solamente che a me non funzioni… molto probabilmente per via della mole di richieste che credo abbia.
Provatelo e ditemi se a voi funziona.

Createhdr
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , ,

Un po come quella che si percepisce attraverso l’informazione del regime, la quale è in mano ai servi come Emilio.
Tuttavia esiste anche un piccolo esempio, un giochino virtuale, di realtà aumentata.
Come funziona?
Occorre innanzi tutto un pc con webcam e microfono, poi dal sito, si scarica e si stampa un foglio A4.
Si clicca sul pulsante e si connette la webcam, dopodichè si pone in foglio innanzi e si ammira l’effetto.


Ovviamente la mia curiosità mi ha portato a provarlo, e vi assicuro che funziona davvero!
Provatelo.
Via disinformatico.info
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

« Older entries § Newer entries »