tema

You are currently browsing articles tagged tema.

Mi è capitato di vedere una lattina di caffè Illy con sopra la serigrafia di una foto che mi ha ovviamente incuriosito, si tratta infatti di una fotografia di un famosissimo fotografo brasiliano, Sebastiao Salgado.
Ho quindi deciso di approfondire online la cosa ed ho scoperto che si trattava innanzi tutto di una mostra (oramai conclusasi) a Berlino.

Un racconto in immagini della storia degli uomini e delle donne che coltivano il caffè, illy parte dal Brasile, per poi arrivare all’India, all’Etiopia, al Guatemala, alla Colombia attraverso un viaggio documentato da Sebastião Salgado e dalle sue fotografie.
In occasione del 75° anniversario dell’azienda, per la prima volta, vengono esposte assieme le fotografie di tutti i Paesi del progetto e presentate, in anteprima mondiale, le immagini della Colombia.

Le lattine del caffè sono molto belle, ottima come idea regalo, ovviamente dopo aver gustato il caffè resteranno delle belle confezioni in latta con le splendide foto di Salgado.
Sono acquistabili anche online su Illyeshop al prezzo di 14,40 euro

illycaffe
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Flash

Un video interessante che spiega nei particolari la preparazione, la sitemazione delle luci e le attrezzature usate per ottenere una foto con la classica e un pò inquietante ambientazione post-atomica.


[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , ,

Cambio tema

header
Visto che il mio amato tema k2 ha iniziato a fare le bizze con i feed rss, con conseguente disagio per i miei (pochi) lettori, ho deciso, cambio tema.
Anche se con un poco di dispiacere dal momento che mi ci ero affezionato, ho comunque deciso di usare Tarski, un tema che io trovo molto bello, e facilmente personalizzabile.
Per ora tutto procede bene, a parte la pagina “Archives” che non me la mostra, ma non la ritengo di grossa importanza.
Che ve be pare?

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , ,

Questo è un post sponsorizzato



Boss Fragrances
, disponibili nelle versioni per uomo

  • Boss Bottled
  • Boss In Motion
  • Boss Pure
  • Boss Soul
  • Boss Selection

Scrivo tutto questo perchè mi è stata offerta da parte di ReviewMe la possibilità di fare una piccola recensione o meglio di pubblicizzare le fragranze di casa Boss, in cambio di un compenso.


Sul sito Hugo Boss si possono anche ordinare campioni di suddette fragranze.

Ho fatto la richiesta per Boss Pure, il cui flacone si ispira ad interpretare una parete d’acqua, rappresentandone visivamente la forza e l’inarrestabilità.

Potente, trasparente ed essenziale.

Boss Soul, ha un flacone decisamente accattivante, cosi come “in motion” dei quali però il campione non è disponibile a causa dell’elevata richiesta (siamo italiani no?).

Per quanto riguarda la donna sono disponibili le fragranze

  • Essence de femme
  • Femme by Boss
  • Boss Intense
  • Boss Woman

Ad ogni modo questa recensione deve avere una lunghezza di almeno 200 parole e non immaginate quanta fatica sto facendo per arrivare alla quota perchè veramente i profumi diciamo che non sono il mio genere di argomento.

Mi sembra quasi di essere tornato a scuola quando si era costretti a sviluppare un tema, che chiaramente non doveva essere troppo corto, e che oggi come allora, sono costretto a divagare e a fare giri di parole inimmaginabili.

Eh, cosa non si farebbe per guadagnare due soldi…

Concludendo direi che la Hugo Boss non ha bisogno di presentazioni (sopratutto non da me) e che comunque non mi posso sbilanciare troppo parlando dei loro profumi, per il semplice fatto che non li conosco.

Appena mi arriverà il campione gratuito però (se vi può fare piacere) magari scriverò un post con le mie impressioni e sensazioni.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

instantbirdSiete alla ricerca di un programma per chattare con i vostri amici?
Instantbird è il programma adatto.
Si tratta di un multi-protocol client per messaggeria instantanea, basato sul rendering engine di Mozilla e librerie libpurple di Pidgin, è quindi completamente gratuito e open-source.
Multipiattaforma, si installa su qualunque sistema operativo, win, mac o linux, e si può liberamente modificare a piacimento.
Vale la pena di provarlo e di buttare il messenger di microsoft
Instantbird
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , ,

Free Tibet

free tibet

L’8 agosto 2008 inizieranno a Pechino i Giochi Olimpici. Nel 2001, il Comitato Olimpico Internazionale difese la propria scelta affermando che la Cina, posta al centro dell’attenzione della comunità internazionale, sarebbe stata costretta a introdurre riforme democratiche volte a migliorare il rispetto dei diritti umani.

I fatti hanno dimostrato il contrario. Dal 2001 ad oggi i diritti umani e qualsiasi forma di pacifico dissenso sono sistematicamente calpestati, non solo nel Tibet occupato ma anche all’interno della stessa Cina che, rifiutando di aprirsi a qualsiasi riforma, si limita ad interventi puramente “di facciata” per far sembrare il motto olimpico di Pechino 2008 “Un Mondo, un Sogno” il più possibile aderente alla realtà.

Consapevole che Pechino userà i Giochi Olimpici per presentarsi al mondo come una società libera e aperta, l’Associazione Italia-Tibet intende promuovere in Italia una serie di inziative volte a denunciare la reale situazione esistente in Cina e Tibet e a sensibilizzare le istituzioni, il Comitato Olimpico e l’opinione pubblica sulla totale inadeguatezza di Pechino a rappresentare lo spirito e lo scopo dei Giochi.

Potete aiutare il nostro lavoro scaricando e diffondendo questa immagine. Vi informiamo inoltre che la stessa immagine è disponibile sotto forma di cartolina e di adesivo presso l’Associazione Italia-Tibet (info@italiatibet.org). Contattateci!
italiatibet.org

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , ,

ecofocus

Ecofocus, un concorso fotografico dedicato a chi ama l’ambiente, ma non solo, è infatti rivolto a tutti coloro che vorranno testimoniare attraverso le immagini, aspetti e realtà positive nell’ambito della salvaguardia dell’ambiente e di comportamenti consapevoli utili a diminuire l’impatto delle attività umane.Le foto andranno spedite via email entro il 31 marzo 2008, saranno pubblicate sul sito, e votate dal pubblico (termine della votazione il 14 aprile 2008), mentre la premiazione avverrà il 6 giugno 2008.

I premi sono molto interessanti,

Primo premio.
Viaggio di turismo comunitario – Marocco – 9 giorni per 2 persone.

Secondo premio.
Fotocamera digitale Nikon D80.

Terzo premio.
Viaggio a tema “Cucina di territorio” – Framura (La Spezia) – 3 giorni per 2 persone.

Premio del pubblico.
Compatta Yashica EZ-DIGITAL 7032

La partecipazione al concorso è gratuita.

Concorso Fotografico Ecofocus

Via Ecoblog 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

clarksonLeggevo in giro tra i miei innumerevoli feed una notiziola che mi ha colpito.

A novembre sono infatti stati smarriti in Inghilterra, record su 25 milioni di famiglie, tutte iscritte all’HMRC (Her Majesty’s Revenue and Customs) per il sostegno pubblico alle famiglie numerose. Quei dati sono stati prima archiviati su due dischi, poi spediti utilizzando un sistema postale interno all’HMRC. Ma quei dischi non sono mai pervenuti a destinazione.

La notizia più curiosa però è che in Inghilterra, in molti non hanno ben chiara la dinamica e la pericolosità del furto di dati.
Senza PIN e password, cosa volete che succeda?, dicono, se qualcuno sa il mio indirizzo, nome, cognome e numero di conto in banca.
Fra questi scettici c’è Jeremy Clarkson, popolarissimo conduttore di Top Gear, un programma dissacrante della BBC dedicato al mondo delle automobili.

Clarkson ha quindi pubblicato le coordinate del suo conto corrente, insieme a qualche indizio per recuperare il suo indirizzo di casa, in un articolo del giornale The Sun per dimostrare che tutta la faccenda era una gran montatura e dicendo che la cosa peggiore che gli poteva capitare era che qualcuno versasse dei soldi sul suo conto, come riferiscono The Register e la BBC.
Come non detto. Pochi giorni dopo, un burlone non identificato ha attivato un bonifico automatico di 500 sterline (670 euro, 1098 franchi) in uscita dal conto del presentatore, a favore di un ente di beneficenza, Diabetes UK. Ciliegina ironica sulla torta, nota Clarkson, “la banca non può scoprire chi è stato a causa delle leggi sulla protezione dei dati personali”.

Da parte mia un doppio grazie all’anonimo Robin Hood, per la lezione inflitta e per aver dato il  “bottino” in beneficenza.

Via Attivissimo.blog 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , ,

« Older entries § Newer entries »