wishlist

You are currently browsing articles tagged wishlist.

Un libro, una raccolta di poesie di Patti Smith, e che entra di diritto nella mia wishlist di Anobii.

Auguries of innocence,Presagi di innocenza,è la straordinaria testimonianza dell’ultima scrittura poetica di Patti Smith.Dai tempi della bellissima raccolta Babel (1978) questa poesia si è in parte allontanata dal tono graffiante e diretto,spezzato e sconnesso,’punk’ nella forma e nella sostanza.Almeno all’apparenza si tratta qui di una poesia più ‘composta’,all’interno della quale le immagini ricorrono a una simbologia martellante più che a un groviglio di sensazioni e frammenti narrativi.Presagi di innocenza è per la Smith anche un irrinunciabile collegamento ad una certa tradizione americana: il suo tribute si compie passando per Blake e Lovecraft (espressamente dichiarati) o per le suggestioni provenienti da Jim Carroll e dalla Plath.

Artista di grande esperienza e sensibilità visionaria, abituata a sperimentareogni possibile commistione di suono e parola per raggiungere la massimaespressività in ogni genere, Patti Smith è “indefinibile per definizione” e hacontinuato negli anni a mescolare l’arte della parola con quella del canto, inmodo quasi magico, incantando nei decenni intere generazioni. Questa raccoltadecreta il suo ritorno alla poesia.
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mi sa che la febbre per la fotografia analogica mi ha colpito, e non mi passa.
In tempi in cui il digitale sta andando fortissimo, io sto facendo il percorso inverso, ovvero ho iniziato a fotografare nel 2003 con una canon g5, per poi farmi prendere la mano dall’analogico, rispolverando la mia vecchia voigtlander vito II, anche se devo dire a tutt’oggi con scarsi risultati.
Sto infatti valutando, o piu precisamente sbavando, per una Leica M3 con obiettivo summilux 50/1.4 una accoppiata da piu o meno 1800 euro (usata) cosa che mi frena e non poco.
Per una macchina vintage meccanica a telemetro, che a seconda del numero di matricola, va dagli anni 1954 al 1970 all’incirca.
Una cosa che mi alletta parecchio, è la nitidezza delle foto, e lo sfocato, davvero bellissimi, inoltre c’è da considerare che tale obiettivo, con un anello adattatore apposito, può venire montato su altre reflex, anche digitali, con ottimi risultati.
Non a caso Leica è un marchio preferito da grandissimi fotografi, che vanno da Henry Cartier Bresson, o anche il nostro Gianni Berengo Gardin, anche se mi rendo perfettamente conto che se l’abito non fa il monaco, non vedo come una macchina, benchè ottima, faccia il fotografo.
Su ebay si possono trovare occasioni da 600 euro all’incirca, (solo corpo) ma considerando che si tratta di usato, e che ci sono in giro diverse copie, non mi fido molto, anzi quasi per nulla.
Va anche detto che, sono macchine che durano praticamente per sempre, e probabilmente passeranno ai posteri, oppure nel caso in cui ce se ne voglia disfare, hanno sempre un mercato.
Con un sospiro malinconico, concludo dicendo che per adesso mi accontento della voigtlander cercando di tirare fuori qualche scatto degno di nota, poi vedremo dopo le ferie, (magari la febbre svanisce).
Vedremo.
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , ,