Calcio

You are currently browsing the archive for the Calcio category.

Sarebbe un passo avanti sopratutto per la credibilità di tutto l’ordine dei giornalisti…

L’imputato in questione è Maurizio Pistocchi, storico opinionista Mediaset, finito nel mirino dei tifosi della Juventus. Un gruppo di sostenitori juventini ha indetto una petizione online (su Change.org) per farlo licenziare dalla rete del Biscione. La colpa? Una battuta sui social a commento della foto dell’abbraccio tra Buffon e l’arbitro Tagliavento. “Forse staranno parlando del gol di Muntari”, la frase incriminata, che fa riferimento alla rete regolare annullata al giocatore ghanese in Milan-Juve del 2012.

Link

Firma anche tu la petizione su change.org, magari potrebbe essere la volta buona che ci si leva dai coglioni, sto servo…

Change.org

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: ,

In risposta alle critiche ricevute dopo l’errore in Nazionale, Gigi Buffon ha lasciato un messaggio si Instagram, come ringraziamento a tutti quanti lo hanno sostenuto e votato, per portarlo alla vittoria della 14° edizione del Golden Foot Award 2016 tenutosi a Montecarlo.

wm__ddd3903-variant525x310

Si tratta di un premio internazionale rivolto a giocatori che hanno superato i 28 anni di età, e a contendersi il premio erano giocatori del calibro di Cristiano Ronaldo, Lionel Messi, Edinson Cavani, Frank Lampard, Iker Casillas, Kakà, Thiago Silva e Wayne Rooney.

Gigi è il primo portiere nella storia a ricevere tale premio, lasciando così la sua indelebile impronta delle mani nella Champions Promenade, assieme ad altri fuoriclasse bianconeri come Roberto Baggio nel 2003; Pavel Nedved nel 2004 e Alessandro Del Piero nel 2007.

Ecco allora le sue parole…

 

Alle frasi che ispirano, ai pensieri che elevano, ai silenzi che dicono più di mille parole, io ho sempre preferito le mani.

Le mani che fanno.

Le mani che aiutano.

Le mani che si sporcano.

Con le mani i neonati cercano il seno della madre.

Con le mani i padri allacciano le scarpe ai figli.

Da bambino guardavo le mani dei miei genitori e ricordo il lavoro, la fatica e il sacrificio.

Oggi guardo le mie mani e ci vedo dentro tutti i miei sogni, realizzati e non.

Con le mani si abbraccia chi si ama.

Con le mani ci rialza da terra dopo essere caduti.

Con le mani si scava tra le macerie dopo un terremoto.

Con le mani si chiede aiuto.

Ho visto mani stringersi per la gioia, mani che accolgono, mani che pregano e mani che respingono.

Con queste mani, le mie mani, ho combattuto e sono diventato grande.

Ho vinto e perso.

Ho superato limiti e sfidato l’impossibile.

Ho parato palloni e paure.

Le ho tese nella continua speranza di arrivare dove gli altri si erano arresi.

Ho spinto chi non aveva il coraggio di buttarsi.

Ho cercato di trattenere chi voleva andar via.

Io sono le mie mani.

Quello che lascio qui oggi, non è l’impronta di dieci dita, ma una traccia di quello che sono, di quello che ho fatto e di quello che ancora dovrò fare.

Sono onorato e orgoglioso.

Emozionato e fiero.

Potessi vi abbraccerei tutti, con queste mani, le mie mani“.

 

Ma per concludere un video di una canzone che queste parole mi hanno riportato alla mente…

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: ,

Noi siamo stati primi in campionato, il nostro campionato a 19 squadre, perchè la Juventus ne ha fatto uno a parte…

Queste le parole dell’ allenatore della Roma, Rudi Garcia…

Quando uno non sa ammettere la sconfitta, allora si attacca a queste affermazioni, che vanno contro anche ai principi dello sport, ossia ammettere la superiorità degli avversari.
Del resto già a gennaio aveva fatto sfoggio di presunzione dichiarando che la Roma avrebbe vinto lo scudetto, e che era piu forte della Juventus…

E io godo…

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , ,

 

Italian President Sergio Mattarella hands the trophy to Juventus's player Giorgio Chiellini after winning the Italy Cup final soccer match against SS Lazio at the Olimpico stadium in Rome, Italy, 20 May 2015.  ANSA/ETTORE FERRARI

Italian President Sergio Mattarella hands the trophy to Juventus’s player Giorgio Chiellini after winning the Italy Cup final soccer match against SS Lazio at the Olimpico stadium in Rome, Italy, 20 May 2015. ANSA/ETTORE FERRARI

La juventus si aggiudica la decima coppa italia della sua gloriosa storia, battendo con un pò di fortuna, la Lazio.

Partita che termina 1-1 con goal di Radu e il successivo pareggio di Chiellini.

Nei tempi supplementari, dopo un doppio palo colpito da Djordjevic, che fa tremare molti juventini, il goal di Matri che consegna il trofeo ai già campioni d’ Italia per la 33ma volta…

Finalmente la juve potrà apporre sulla maglia la stella d’argento…

Ed ora testa alla finale di Berlino contro il Barcellona, non prima però di avere rovinato la festa al Napoli…

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , ,

(DANI POZO/AFP/Getty Images)

(DANI POZO/AFP/Getty Images)

Dedicato a noi, quelli che il 9 settembre 2006 hanno continuato a tifare
davanti ad un surreale Rimini-Juventus

Dedicato a noi, quelli che qualche mese dopo, hanno dovuto assistere alla
tripletta di Serafini in Brescia-Juventus

Dedicato a noi, che inebriati di amore abbiamo pensato di vedere in Amauri
il nuovo Trezeguet, in Krasic il nuovo Nedved e in Diego il nuovo Del Piero

Dedicato a noi, che abbiamo pianto davanti all’ultimo giro di campo di
Nedved e Del Piero

Dedicato a noi, che abbiamo visto Buffon imprecare nella propria area di
rigore durante una delle tante assurde gare della Juve di Ranieri

Dedicato a noi, che abbiamo dovuto assistere alla nostra rete violata da
bidoni, esordienti e meteore

Dedicato a noi, costretti ad assistere a squadre “miracolate” da calciopoli
e passaporti falsi, vincere perfino in Europa

Dedicato a noi, che la sera del 8 settembre del 2011 dinanzi alla nostra
nuova casa, abbiamo capito che la passione era diventata fede

Dedicato a noi, che una volta ritornati grandi in Italia, abbiamo ritrovato
l’unica cosa che l’altra metà dell’Italia è capace di fare: tirarci merda
addosso

Dedicato a noi, che abbiamo dovuto soffrire e rischiare per illeciti o
presunti tali, non di nostra competenza

Dedicato a noi, che una volta raggiunta la perfezione in Italia, abbiamo
sofferto per quella Europa così lontana, così maledetta

Dedicato a noi, che quando pensavamo di poter finalmente crescere, siamo
stati abbandonati da quello che pensavo fosse il nostro condottiero, in
maniera irresponsabile e scellerata

Dedicato a noi, che una volta abbandonati ci siamo ritrovati derisi,
preoccupati e pieni di paura

Dedicato a noi, che quando abbiamo visto per la prima volta Allegri varcare
lo J-Museum, abbiamo pensato malinconicamente: allora è tutto vero

Dedicato a noi, che per cercare di dare un senso alla follia del 15 luglio,
abbiamo creduto che quella appena passata, doveva essere l’estate delle
cessioni illustri, quello dello smantellamento

Dedicato a noi, che per troppo amore abbiamo creduto alla favola delle 10
euro

Dedicato a noi, che abbiamo ripreso a gustare quelle sensazioni che solo le
serate di coppa possono offrire

Dedicato a noi, che per timore e storia, quelle sensazioni le abbiamo
vissute in silenzio, piano piano, senza illuderci

Dedicato a noi, che ieri sera ci siamo abbracciati, abbiamo urlato, riso e
pianto, quasi sicuramente con quelle stesse persone con le quali, da quel 9
settembre del 2006, abbiamo sperato di poter rivivere queste emozioni

Dedicato a Trezeguet, Camoranesi, Buffon, Nedved e Del Piero, leggende
rimasti nella storia, per rifare la storia

Dedicato a Te, vecchia straordinaria signora, portaci dove vuoi verso le tue
conquiste…

tuttojuve

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , ,

Anche Google ricorda il 54° anniversario della nascita del più grande pilota di tutti i tempi, Ayrton Senna

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , ,

Dopo qualche tempo torno ad aggiornare il blog.

Come saprete la Juventus ha comprato il tanto agognato top-player, ossia Carlitos Tevez

Indosserà la mitica maglia numero 10 appartenuta per 19 anni a Del Piero.

Sin dal suo arrivo all’aeorporto, è stato accolto da numerosi tifosi in delirio, con cori e striscioni, scene d’altri tempi insomma…

Certo che se le premesse sono queste, ne vedremo delle belle….

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: ,

30 volte campioni d’Italia!!!

[ad#ad-1]

<

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: ,

« Older entries