(DANI POZO/AFP/Getty Images)

(DANI POZO/AFP/Getty Images)

Dedicato a noi, quelli che il 9 settembre 2006 hanno continuato a tifare
davanti ad un surreale Rimini-Juventus

Dedicato a noi, quelli che qualche mese dopo, hanno dovuto assistere alla
tripletta di Serafini in Brescia-Juventus

Dedicato a noi, che inebriati di amore abbiamo pensato di vedere in Amauri
il nuovo Trezeguet, in Krasic il nuovo Nedved e in Diego il nuovo Del Piero

Dedicato a noi, che abbiamo pianto davanti all’ultimo giro di campo di
Nedved e Del Piero

Dedicato a noi, che abbiamo visto Buffon imprecare nella propria area di
rigore durante una delle tante assurde gare della Juve di Ranieri

Dedicato a noi, che abbiamo dovuto assistere alla nostra rete violata da
bidoni, esordienti e meteore

Dedicato a noi, costretti ad assistere a squadre “miracolate” da calciopoli
e passaporti falsi, vincere perfino in Europa

Dedicato a noi, che la sera del 8 settembre del 2011 dinanzi alla nostra
nuova casa, abbiamo capito che la passione era diventata fede

Dedicato a noi, che una volta ritornati grandi in Italia, abbiamo ritrovato
l’unica cosa che l’altra metà dell’Italia è capace di fare: tirarci merda
addosso

Dedicato a noi, che abbiamo dovuto soffrire e rischiare per illeciti o
presunti tali, non di nostra competenza

Dedicato a noi, che una volta raggiunta la perfezione in Italia, abbiamo
sofferto per quella Europa così lontana, così maledetta

Dedicato a noi, che quando pensavamo di poter finalmente crescere, siamo
stati abbandonati da quello che pensavo fosse il nostro condottiero, in
maniera irresponsabile e scellerata

Dedicato a noi, che una volta abbandonati ci siamo ritrovati derisi,
preoccupati e pieni di paura

Dedicato a noi, che quando abbiamo visto per la prima volta Allegri varcare
lo J-Museum, abbiamo pensato malinconicamente: allora è tutto vero

Dedicato a noi, che per cercare di dare un senso alla follia del 15 luglio,
abbiamo creduto che quella appena passata, doveva essere l’estate delle
cessioni illustri, quello dello smantellamento

Dedicato a noi, che per troppo amore abbiamo creduto alla favola delle 10
euro

Dedicato a noi, che abbiamo ripreso a gustare quelle sensazioni che solo le
serate di coppa possono offrire

Dedicato a noi, che per timore e storia, quelle sensazioni le abbiamo
vissute in silenzio, piano piano, senza illuderci

Dedicato a noi, che ieri sera ci siamo abbracciati, abbiamo urlato, riso e
pianto, quasi sicuramente con quelle stesse persone con le quali, da quel 9
settembre del 2006, abbiamo sperato di poter rivivere queste emozioni

Dedicato a Trezeguet, Camoranesi, Buffon, Nedved e Del Piero, leggende
rimasti nella storia, per rifare la storia

Dedicato a Te, vecchia straordinaria signora, portaci dove vuoi verso le tue
conquiste…

tuttojuve

[ad#ad-1]

Tags: , , , ,

Di estrema attualità…
httpv://youtu.be/OEuy3IfCmNc
[ad#ad-1]

Tags: , ,

boy-suitcase-2
Una donna ispano-marocchina di 19 anni è stata fermata dalla polizia di frontiera, a Ceuta, un piccolo possedimento spagnolo, in suolo africano.
La scoperta stupefacente è che nel trolley nascondeva un piccolo migrante, Abou, un bambino di 8 anni, che se ne stava rannicchiato in mezzo ai vestiti…
Purtroppo le autorità sospettano che si possa trattare di un caso di traffico di minori…

Blogo
[ad#ad-1]

Tags: , , ,

Non lo seguo, e non ho ascoltato nemmeno tutte le canzoni, ma il mio pronostico è che vincerà Nina Zilli, bellissima oltre che brava…
httpv://youtu.be/kXLzmcjZaC4

C’è poco da fare, è una spanna sopra a tutti gli altri…

[ad#ad-1]

Tags: , , , , ,

Quando ho visto in tv la pubblicità di questo magico allarme anti terremoto, ho subito pensato che fosse una bufala, e non perchè non funzioni, ma per il tempo esiguo tra la prima scossa e quella distruttiva…
Avevo ragione.

guardiansism

Al prezzo di 99 euro e di un’installazione estremamente semplice, il dispositivo promette un preavviso di una “manciata di secondi prima della scossa distruttiva”.

A prima vista il principio di funzionamento sembra sensato: ogni sisma genera solitamente un’onda primaria, che si propaga rapidamente e anticipa l’onda secondaria, che è quella più energetica e distruttiva. Questo è vero. Il Guardian, dicono i suoi creatori, rileva quest’onda primaria e genererebbe un allarme acustico e visivo che può mettere in allerta gli occupanti dell’edificio.

Ma se si fanno due conti in condizioni realistiche emerge un problema molto serio: applicando questo principio di funzionamento, il preavviso possibile, cioè quella “manciata di secondi”, ammonta in pratica a un paio di secondi o poco più, un tempo assolutamente insufficiente a compiere qualunque azione concreta per affrontare il sisma in arrivo.

Non a caso il manuale del dispositivo dice chiaramente (screenshot qui sotto) che “L’unità potrebbe non avere il tempo di allertare gli occupanti prima del verificarsi del sisma. L’unità è progettata e calibrata per generare un allarme quando viene rilevato il fronte primario dell’onda sismica, il quale dovrebbe essere seguito da un fronte secondario maggiormente distruttivo. A causa di numerose condizioni ambientali e di installazione l’unità potrebbe non avere sufficiente tempo per generare l’allarme prima che il terremoto causi danni a cose e/o persone.”

sismalarm
In sintesi, il prodotto fa esattamente quello che dice di fare, ma quello che fa è inutile all’atto pratico, per cui acquistarlo rischia di essere uno spreco di denaro e di creare una falsa sicurezza che può distrarre da interventi antisismici più concreti ed efficaci.

Copiato e rimaneggiato da qui
[ad#ad-1]

Tags: ,

Buon 2015

Che sia pieno di gradevoli sorprese tipo questa…

httpv://youtu.be/dsPDY606Joo
[ad#ad-1]

Tags: , ,

Morto a Los Angeles a 95 anni il fotografo Phil Stern.
Ha fotografato star del calibro di Marlon Brando o Marilyn Monroe
intro_jamesdean
Phil Stern Archives
Il fatto
Repubblica gallery
[ad#ad-1]

Tags: ,

Asaf Avidan, grandioso!
httpv://youtu.be/3aBLWzDOwkk

[ad#ad-1]

Tags: , , ,

« Older entries § Newer entries »