Film

You are currently browsing the archive for the Film category.

Un piccolo cortometraggio, molto bello, merita di essere visto..


[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: ,

Una bellissima canzone, una preghiera, la si può ascoltare anche nei titoli di cosa del film “le chiavi di casa


[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , ,

Of time of the city, un interessante trailer di un documentario sulla città di Liverpool


[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: ,

Tratto dal film “gli onorevoli”, Totò, aveva previsto tutto


[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: ,

Sabina Guzzanti, ha messo a disposizione il suo film, tanto criticato dai destronzi del governo, per via delle verità che vengono messe in luce.
Il film è scaricabile legalmente, con una donazione minima di 1 euro sul sito draquila.com, io l’ho fatto e me lo sono guardato, e m’è salita oltremodo l’incazzatura…
Consiglio a tutti di scaricarlo, anche perchè con ogni probabilità, visto che con la libertà e la democrazia tanto sventolata dal nano, molto difficilmente si vedrà nelle sale, e tantomeno in tv (almeno credo).
Riorderete inoltre la figura di cacca che ci fece l’Italia,per via del ministro leccapiedi Bondi, che decise di non essere presente alla prima del film al festival di Cannes, il tutto come sempre in nome della libertà di espressione e di parola…
Ricordiamoci quindi di mandarli via a calci nel culo questi 4 stronzi, esiliamoli come facemmo a suo tempo con Craxi, dopotutto nelle ville di Antigua c’è un sacco di posto…
Che stia mettendo le mani avanti??
Draquila digital edition
Repubblica.it
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , ,

“Solo i morti hanno visto la fine della guerra” – (Platone)

E’ la frase che appare nel finale del film, Triage, reporter di guerra, me lo sono visto e devo dire che si tratta di una bella storia, che al contrario di quanto si possa credere, non tocca solo argomenti di guerra, ma amicizia e famiglia.
Si tratta della storia di due fotoreporter e amici Mark e David, ognuno dei quali ha un approccio diverso con la fotografia di guerra, Mark infatti è piu temerario, ed è alla ricerca della foto della vita, mentre David è molto piu cauto, anche per via del fatto che in Irlanda, ha una moglie che sta per dare alla luce suo figlio.
Entrambi si trovano a documentare un ospedale da campo ricavato da una grotta, dove in condizioni disumane vengono portati i soccorsi, eseguite amputazioni e per i casi senza speranza sono distribuiti nastri colorati, il blu, è per quei pazienti che verranno uccisi con un colpo alla testa, dallo stesso dottore.
Ad un certo punto, dopo un aspro combattimento David decide di tornare a casa, e i due amici si separano, poco prima che Mark venga ferito dallo scoppio ravvicinato di una granata.
Rimessosi, fa ritorno alla sua vita e dalla sua fidanzata, ma i fantasmi di quanto è successo, non gli danno tregua, e lo portano ad un repentino peggioramento tanto da essere ricoverato in ospedale, e a chiedere aiuto a psicologi, uno dei quali, sarà l’anziano nonno di Helena, la sua fidanzata, che riuscira a fare riemergere tutti i dettagli della vicenda…
Un film crudo, a tratti, ma che merita di essere visto, davvero bellissimo, ve lo consiglio.
Su screenweek trovate una piccola video-recensione, che spiega tutto alla perfezione.
triage@screenweek
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , ,

Qualche sera fa ho visto questo film “hable con ella” in italiano parla con lei, una bella storia per la regia di Pedro Almodòvar.
Il film è davvero molto bello, ma non certo di quelli che lasciano il segno, fatta eccezione per una scena, dove Caetano Veloso canta una canzone, cucurucucu paloma, della quale si conosce ovviamente la versione nostrana di Battiato.
Beh che dire è una scena grandiosa, un brano che tocca il cuore, un momento di grandissima poesia.

Eccone il testo:

Dicen que por las noches
Nomas se le iba en puro llorar,
Dicen que no comia,
Nomas se le iba en puro tomar,
Juran que el mismo cielo
Se estremecia al oir su llanto;
Como sufrio por ella,
Que hasta en su muerte la fue llamando
Ay, ay, ay, ay, ay,… cantaba,
Ay, ay, ay, ay, ay,… gemia,
Ay, ay, ay, ay, ay,… cantaba,
De pasión mortal… moria
Que una paloma triste
Muy de manana le va a cantar,
A la casita sola,
Con sus puertitas de par en par,
Juran que esa paloma
No es otra cosa mas que su alma,
Que todavia la espera
A que regrese la desdichada
Cucurrucucu… paloma,
Cucurrucucu… no llores,
Las piedras jamas, paloma
¡Que van a saber de amores!
Cucurrucucu… cucurrucucu…
Cucurrucucu… paloma, ya no llores

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Non è un film, è un capolavoro…


Regia di Wim Wenders, su wikipedia info e trama.
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , ,

« Older entries