Running

You are currently browsing the archive for the Running category.

Oggi ho fatto una uscita per la mia solita corsa, con le mie scarpe Asics Gel Empire II
Ero fermo da qualche tempo per il maltempo, però gia dalle prime uscite queste scarpe mi hanno dato problemi di vesciche ai piedi.
Inizialmente ho pensato fosse normale (effettivamente lo è) fintanto non si sono adattate, e ho cercato di ovviare con dei cerotti, oggi invece nonostante il cerotto sui talloni, e dopo varie uscite, ho dovuto sospendere la corsa oer via, ovviamente di una grossa vescica sul tallone, ma non solo, anche sul mignolino del piede!
Ho iniziato a smoccolare ad ogni passo, e ho detto BASTA! ste scarpe del cazzo appena torno a casa le butto nel cesso!
Mi dispiace un pò, perche credevo di aver fatto un affare, o perlomeno contavo sulla qualità, e comunque credo sia esclusivamente un mio problema.
Credo che punterò di nuovo si Adidas, ne ho avuto un paio, che ancora rimpiango, mai avuto una vescica ed erano eccezionali.
Voi che ne pensate di Asics?
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

runnersE cosi da ieri ho ripreso a correre, sul solito percorso ossia 7.8 km.
Devo dire che le prime impressioni, (dopo oltre 2 mesi di stop e qualche kilo in piu), sono state abbastanza disastrose.
Il battito cardiaco mi è schizzato quasi subito sopra le 160 battute al minuto con una punta di 181, direi decisamente troppo per la mia pompa.
Inoltre il dolore al ginocchio ha ripreso a farsi sentire, dovuto all’eccessivo peso…

Ho cosi deciso, grazie anche all’aiuto del mio fido Polar RS100, di sforzarmi in ogni modo a stare sotto a 160, mi sono cosi ritrovato a percorrere alcuni tratti con una corsa che somigliava piu a una camminata e nemmeno troppo veloce…
Speriamo che in qualche prossima uscita il dolore si faccia sentire meno, o dovrò darmi alla bici, io per ora comunque non mollo…

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , ,

traineoTraineo, un sito che è anche una sorta di community, dove è possibile con comodi tools online, tenere traccia della propria forma fisica.
Si può seguire infatti l’andamento della perdita di peso, oppure delle calorie bruciate praticando diversi sport.

Una delle caratteristiche peculiari del sito è che si possono scegliere dei “motivatori” ossia persone che in qualche modo ti spingono e ti stimolano nella pratica dello sport con conseguente perdita di peso.
Si può inoltre entrare a far parte dei motivatori, aiutando altri utenti.

All’iscrizione vi verranno chieste informazioni personali come peso, altezza, peso da raggiungere, e in quanto tempo lo vorreste raggiungere, avrete cosi una pagina personale come questa

http://stormy66.traineo.com.

Io mi sono appena iscritto e sto cercando di capire bene come funziona, mi sembra comunque molto ben fatto.
Esiste anche la possibilità di inserire un badge scegliendo tra diversi formati, che vi ricorderà implacabilmente il peso che vi resta da smaltire…

Lo si può vedere nella sidebar qui a destra in fondo.

Comunque sul genere c’è anche l’italianissima RunMan un ottimo tool per chi pratica sport.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , ,

Da 0 a 42.195 km

danieleUna storia incredibile, quella di Daniele Tenerani, il suo percorso, la fatica, i suoi racconti, e tutto quello che lo ha spinto, partendo da zero a percorrere i 42 km della maratona di New York.
Da tempo seguivo i suoi post sul blog, ora , ha pubblicato un libro, nel quale raccoglie tutti i post e racconta i dettagli di quella che si può definire un’impresa una di quelle cose che ti rimane dentro, indelebile, per tutta la vita.

In queste pagine si ritrovano tutte le sensazioni provate da gennaio 2007 fino al 4 novembre 2007, giorno in cui si è corsa la Maratona di New York. L’idea, la preparazione, gli imprevisti, la fatica, la gioia e l’entusiasmo: tutto quello che ho vissuto per diventare un New York City Marathon Finisher.

Il libro si può scaricare oppure ordinare (nella versione cartacea) su Lulu.com
Grazie Daniele per le emozioni che hai saputo regalare anche solamente a chi, come me, ti legge.

Viva el Barça

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , ,

Già, peccato però che sto parlando del male al ginocchio, oggi è tornato addirittura sull’altro, ossia quello destro.
Un dolore che ho accusato già la settimana scorsa nella mia corsa di circa 14 km, e che credevo dovuto allo sforzo, ma oggi, dopo una settimana di riposo, pensavo fosse sparito, e invece mi sono trovato a imprecare e zoppicare come uno scemo poco dopo la metà del mio solito percorso, cioè dopo circa 35 minuti.
Mi fa davvero rabbia e spero di non essere costretto a ricorrere al medico, o addirittura smettere di correre.
Mi sa che dovrò comprare una bici…

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , ,


scarpe


Questa sera, ho avuto la brillante idea di incrementare la distanza della mia solita corsa.

Il percorso abituale dura circa 42/45 minuti per 6 km, e alla fine, ho ancora energie, mi sono detto, perchè non provare ad allungare un poco?.

Con ancora l’allenamento di ieri nelle gambe, sono partito, e all’andata, diciamo che bene o male me la sono cavata, a parte una piccola sosta dovuta al percorso e all’erba alta, al ritorno però non ho retto e ho dovuto fermarmi per il male alle gambe.

Tutto sommato sono contento, e anche se sto scrivendo con le gambe che sembrano di legno, mi sento davvero bene.

Un pò di dati, con l’aiuto di Googleearth e il righello ho calcolato di aver percorso circa 6.2 km all’andata e altrettanti al ritorno (anche se intervallato) per un tempo totale di 1ora e 20 minuti.

Sono semplicemente contento di me stesso, mai avrei creduto di arrivare a tanto, e comunque non so se ripeterò una simile impresa…

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , ,

runEstate, tempo di vacanze, ma non solo, tempo di sport, di movimento, di sudate e faticate, per cercare di rimettersi in forma…

Un sito imperdibile per ogni sportivo, un particolare per runner o podisti che dir si voglia, è RunMan.it.

RUNning MANagement, ecco svelato il significato del nome.

Ma cos’è RunMan?
Riporto dal sito:

RunMan è il primo sito web italiano (dedicato al podismo, il ciclismo, il nuoto, lo sci di fondo, la marcia, l’escursionismo, il canottaggio ed il pattinaggio), che mette a disposizione gratuitamente un valido sistema on line per la gestione e la memorizzazione di allenamenti, gare e test. RunMan è dedicato agli sportivi di tutti i livelli; l’archiviazione dei propri dati ha come obbiettivo quello di conservare una sorta di diario e permette inoltre di ottenere dati statistici relativamente alle distanze percorse, grafici delle andature di allenamenti e gare, controllo dell’usura delle scarpe, metodologia ed efficacia dell’allenamento. Non è necessario installare nessun programma sul proprio computer perchè i propri dati sono sempre disponibili sul sito; questa caratteristica lo rende facile e veloce da utilizzare, e sempre accessibile da qualsiasi computer che abbia almeno una connessione ad internet. Una volta effettuata la registrazione gratuita, potrai entrare nella zona riservata ai tuoi dati tramite username e password (login), e cominciare ad inserire i tuoi allenamenti e le tue gare. Visita la sezione caratteristiche o accedi in modalità demo per visionare le funzionalità di RunMan in un database di esempio.

Una risorsa davvero utile, provatelo nella sezione Demo

RunMan.it

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , ,

heartgloveEcco un nuovo cardiofrequenzimetro per runners (fa piu figo, altro che podista…).

Si basa su un concetto innovativo, o perlomeno diverso dagli altri come ad esempio Polar, è infatti senza la classica fascia con il sensore, da portare sul petto.

Al suo posto c’è un guanto, e la frequenza cardiaca viene rilevata sul dito indice, con un metodo nuovo, chiamato plethismography o pletismografia optoelettronica, e da quanto ho capito, la misurazione dei battiti avviene tramite la lettura della luce riflessa da un’arteria nel dito indice…

La stessa tecnica serve anche per capire le cause, che portano alla disfunzione erettile, ovvero quando il birillo non si alza piu.

Quello che non capisco è come si possa infilarlo in un guanto…

Via Gizmodo.com

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , ,

« Older entries