Pubblicità

You are currently browsing the archive for the Pubblicità category.

Quando ho visto in tv la pubblicità di questo magico allarme anti terremoto, ho subito pensato che fosse una bufala, e non perchè non funzioni, ma per il tempo esiguo tra la prima scossa e quella distruttiva…
Avevo ragione.

guardiansism

Al prezzo di 99 euro e di un’installazione estremamente semplice, il dispositivo promette un preavviso di una “manciata di secondi prima della scossa distruttiva”.

A prima vista il principio di funzionamento sembra sensato: ogni sisma genera solitamente un’onda primaria, che si propaga rapidamente e anticipa l’onda secondaria, che è quella più energetica e distruttiva. Questo è vero. Il Guardian, dicono i suoi creatori, rileva quest’onda primaria e genererebbe un allarme acustico e visivo che può mettere in allerta gli occupanti dell’edificio.

Ma se si fanno due conti in condizioni realistiche emerge un problema molto serio: applicando questo principio di funzionamento, il preavviso possibile, cioè quella “manciata di secondi”, ammonta in pratica a un paio di secondi o poco più, un tempo assolutamente insufficiente a compiere qualunque azione concreta per affrontare il sisma in arrivo.

Non a caso il manuale del dispositivo dice chiaramente (screenshot qui sotto) che “L’unità potrebbe non avere il tempo di allertare gli occupanti prima del verificarsi del sisma. L’unità è progettata e calibrata per generare un allarme quando viene rilevato il fronte primario dell’onda sismica, il quale dovrebbe essere seguito da un fronte secondario maggiormente distruttivo. A causa di numerose condizioni ambientali e di installazione l’unità potrebbe non avere sufficiente tempo per generare l’allarme prima che il terremoto causi danni a cose e/o persone.”

sismalarm
In sintesi, il prodotto fa esattamente quello che dice di fare, ma quello che fa è inutile all’atto pratico, per cui acquistarlo rischia di essere uno spreco di denaro e di creare una falsa sicurezza che può distrarre da interventi antisismici più concreti ed efficaci.

Copiato e rimaneggiato da qui
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: ,

Pensavate di passare un ferragosto lasciandovi alle spalle la politica, la tv, il nano condannato?

Beh, ovviamente no, hanno pensato bene di inquinare la nostra salute, mandando in giro degli aeroplani, con dietro lo striscione ridicolo di forza italia…

Per fortuna in Calabria c’è chi ha pensato bene di rispondere…

grazia un cazzo

Leggi l’ articolo

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags:

Un bellissimo spot pubblicitario, per la ben nota birra irlandese Guinness.


[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , ,

Un nuovo laptop da MSI, ultrasottile, pensate appena 8 millimetri, ecco la pubblicità…


Incredibile vero?
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , ,

Se state valutando la messa online, o la creazione di un sito web, allora probabilmente sarete interessati alla scelta del web hosting piu adatto alle vostre esigenze, il che può anche rivelarsi non affatto semplice.
La scelta del web hosting è determinata dalla complessità del sito, la quale può variare da un sito di natura informativa a un sito con esigenze di gestione dati. Inoltre c’è da scegliere il tipo di server (Unix, Linux, MS Windows) e la sua ubicazione (Italia o estero). I piani di hosting possono variare in relazione a:

* spazio disponibile
* limiti sul traffico
* numero di caselle di posta
* possibilità di installare programmi sul server
* gestione database
* statistiche per analizzare gli accessi al sito
* filtri anti spam e/o anti virus
* tipo di supporto tecnico
* pannello di controllo per gestire lo spazio
* accesso alla posta elettronica via Web (webmail)

La scelta del provider di hosting non è limitata all’Italia e, in alcuni casi, potrebbe essere preferibile un’ubicazione all’estero. La scelta va quindi valutata per rispondere a tutte le necessità del cliente.

Le società di hosting offrono diversi pacchetti e prezzi. Con una valutazione accurata si può scegliere il servizio che meglio risponde alle attuali esigenze del cliente tenendo conto sia del prezzo sia dei potenziali sviluppi futuri del sito.

Web Hosting Choice

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Interessante questa pubblicità di una birra, realizzata in collaborazione con la Melbourne Symphony Orchestra


[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , , ,

Fuck Fiat

Non so se si tratta di uno scherzo o di un fake, ma una concessionaria con questo nome non l’avevo mai vista.
A sto punto i casi sono due o qualcuno non conosce l’inglese, oppure in portoghese ha un significato diverso (o una combinazione delle due cose…
Di sicuro è abbastanza insolita come concessionaria, a seguire inserisco il link cosi gli faccio pure pubblicità gratuita.

fuckfiat
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , ,

Non so se sia vera o si tratti di una manipolazione, ma quando su deputydog ho visto questa foto, sono scoppiato a ridere…

Ammesso che sia vera, però c’è da dire che si tratta di una pubblicità grandiosa, guerrilla marketing in grande.

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , ,

« Older entries