Tutorials

You are currently browsing the archive for the Tutorials category.

Ingredienti:

  • Scatola di fiammiferi
  • Un rullino fotografico nuovo ed uno vuoto con almeno 1 cm di coda
  • Cartoncino sottile
  • Una lattina
  • Nastro isolante nero
  • Un pezzo di spirale fermafogli
  • Uno spillo
  • Forbici
  • Taglierino
  • Pennarello nero

Fatto?
Vi chiederete, e che ci faccio con sta roba?
Ci si costruisce una bellissima fotocamera a foro stenopeico!!
I risultati, non si possono certamente considerare esaltanti in termini di qualità, ma creativamente ed artisticamente si possono ottenere piccoli capolavori, che, assieme alla soddisfazione di aver creato tutto con le proprie mani, tra l’altro spendendo pochissimo, non ha prezzo.
Tutte le fasi della costruzione sono descritte qui.

Un progetto interessantissimo magari, perchè no, da proporre nelle scuole, perchè molto educativo.
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , ,

Una serie di Howto per Photoshop molto utili e interessanti, è quella che potete trovare su PopPhoto, un sito americano di fotografia, grafica e altro.
Ma anche visitando la Homepage del sito ci si accorge di trovarsi di fronte a una miniera di informazioni e articoli sulla fotografia.
Da vedere.
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , ,

Un video interessante che spiega come si usa la tecnica del “light painting”, letteralmente dipingere con la luce.
Sintetizzando occorrono 3 cose,
1 una fotocamera che abbia la modalità manuale per tempi e diaframmi o semplicemente che permetta delle lunghe esposizioni.
2 un treppiede
3 ovviamente una fonte di luce, e qua ci si può sbizzarrire anche con il colore della luce.


Potevo forse non provarci?
Ed ecco allora il mio primo light painting in assoluto!

Lo so, non è un granchè, però è emozionante quando si riesce ad ottenere qualcosa no? e comunque con un pò di pratica e dopo qualche prova si riesce di certo a fare meglio.
Ho usato una esposizione di 15 secondi a f/5
Provateci

digital photography school
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , ,

Cameraporn, un nome un perchè, che ad essere sincero il perchè non lo conosco, ma so solamente che a dispetto del nome si tratta sorprendentemente di un sito che parla di fotografia, tra l’altro anche molto interessante.

Nasce dalla passione per la fotografia di due ragazzi, Ryan Goodman e Chris Lea, che vogliono condividere la propria esperienza attraverso questo sito.
Vi si trovano articoli molto interessanti, come ad esempio come fotografare i fuochi d’artificio, o anche diversi how-to per fotoritocco con photoshop, e tanto altro ancora.

Davvero insolito il nome, l’unica spiegazione che mi viene in mente è che sia stato adottato per attirare visite di assetati di sesso attraverso google.
Vi sapro dire che come keyword funziona, e inoltre vi consiglio di iscrivervi al loro feed rss.

CameraPorn
[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , ,

Libera traduzione di un ottimo tutorial che spiega come ottenere un effetto HDR sulle vostre immagini, in modo semplice, usando Gimp.

Ecco come fare.
Come prima cosa occorre scaricare uno script-fu dal Gimp plug-in Registry
e lo si installa, o meglio lo si copia nella directory appropriata.
Si può anche scaricare il tutorial con le foto di esempio in formato .doc

Premesso che i nomi dei menu sono in inglese e se avete gimp in italiano dovrete trovare il corrispettivo tradotto.
Inoltre anche se superfluo, tengo a ribadire che tutti i valori sono indicativi e possono variare e piacimento e da foto a foto.

Step 1

Aprire l’immagine ed effettuare i vari aggiustamenti come “contrasto” o luminosità, cosi come si può opzionalmente effettuare il bilanciamento del bianco attraverso il menu Colors\Auto\White Balance.

hdr

Step 2

Apriamo la finestra dei livelli e duplichiamo, scegliamo quindi il livello appena creato e dal menu in alto andiamo a desaturare l’immagine, scegliendo le voci: Colors\Desaturate.
Otteniamo cosi una immagine in scala di grigio.

grey

Step 3

Ora, scegliamo dal menu Colors/Invert ed otterremo un’immagine simile a questa:

invert

Continuiamo quindi e scegliamo da menu, Filters\Artistic\Softglow

softglow

Applichiamo l’effetto con i valori presenti di default, ed ecco come risulterà l’immagine

softglow

Torniamo quindi alla finestra dei livelli e selezionando sempre quello duplicato applichiamo il metodo di fusione cambiandolo da “Normal” (che è quello di default) a “Soft Light” e impostimao l’opacità al 50%.
Duplichiamo ancora il livello e impostiamo il valore di opacità al 75%, dovremmo ottenere una immagine simile a questa:

layer

Step 4

Ora selezioniamo nei livelli, l’iimagine originale e duplichiamo il livello, e lo spostiamo attraverso le frecce in cima a tutti gli altri, assicurandoci che sia selezionato (evidenziato).

layers

Selezioniamo quindi: Colors\Levels e nella finestra che apparirà, nel campo a sinistra inseriamo il valore di 100, cliccando poi su OK.

levels

Otterremo cosi un’immagine piuttosto scura…

dark

Impostiamo quindi il metodo di fusione da “Normal” a “Darken Only” con una opacità che può variare dal 30 al 50% secondo le proprie preferenze.
Andiamo infine ad appiattire l’immagine partendo dalla finestra dei livelli – click destro e scegliamo “merge visible layers”.

darken only

Step 5

Dal menu scegliamo, Script-Fu\Enhance\Dodge and burn e settiamo “Thin Amount” a 10 e “Thick Amount” a 25 e diamo OK.

dodge burn

A questo nella finestra dei livelli oltre all’originale ce ne saranno 2 chiamati rispettivamente “Dodge” e “Burn”, ma  a non non interessano e selezioneremo quindi l’originale, poi dal menu Colors\Hue-Saturation scegliamo “saturation” e impostiamo a 50 il valore, scegliamo quindi ok.

saturation

Step 6

Per finire scegliamo dal menu, Colors\Levels inserendo nel campo a sinistra il valore di 25 e in quella a destra inseriamo 255.

levels

Ed è tutto.
Ecco le immagini prima e dopo.

primadopo
Original tutorial from gimpology.com

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , ,

Ecco un modo intelligente per riciclare le bottiglie di plastica in pet.
Viene dal Brasile questo piccolo tutorial che insegna come creare una ramazza per il giardino, ottima ad esempio per ripulire dalle foglie autunnali.
Materiale occorrente, 1 vecchio manico di scopa di legno, 18 bottiglie da 2 litri di bevande varie (immagino sia meglio se tutte uguali), qualche spezzone di filo di ferro, chiodi o colla per il fissaggio, cutter, forbici, martello e pinze.
scopaIl procedimento è piuttosto semplice, si inizia tagliando il fondo a tutte le bottiglie, e alla prima va lasciato il collo e va sezionata in senso longitudinale creando striscioline di circa 0.5 cm.
Lo stesso prodedimento va ripetuto per tutte le altre, ma tagliando via anche il collo e andandole a infilare con un pò di pazienza sulla prima (quella con il collo).

Per finire si prende l’ultima bottiglia e si tiene solamente la parte superiore tagliando cioè ad una certa altezza e si va ad incastrare sopra le altre a mo’ di fermo.

ramazzaAlla fine di questa operazione, fa fissato il tutto con del filo di ferro attraverso 2 buchi e va insertito il manico, che molto probabilmente non passerà e chiaramente andrà assottigliato in qualche modo (taglierino).

Fissiamo il tutto con un chiodo, o per sicurezza anche con un pò di colla, oppure con una stretta di filo di ferro et voila!
La ramazza da giardino è pronta!
Su recicloteca si possono seguire tutti i passi cooredati da foto per creare questa scopa.

Diversi altri tutorial molto interessanti per il riciclo e la creazione di oggetti vari li potete trovare sul sito ri-creazione

[ad#ad-1]

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

Tags: , , , ,

« Older entries